OSTERIA LA VIA DEL SALE


Località Carretta, 4
12040 Piobesi d Alba (CN) - Piemonte



Orari
Aperto solo a pranzo
da Giovedì a Lunedì
Tools

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Registratevi per essere informati sugli Eventi

Informazioni


Osteria La Via del Sale, Ristorante a Piobesi d'Alba nelle Langhe Roero - Cuneo

L’Osteria La Via del Sale si trova nel cuore delle Langhe Roero, a Piobesi d’Alba, nella Località Carretta, e si propone come un ristorante elegante ma sobrio, in una location luminosa e panoramica sul territorio circostante.
Di recente realizzazione è curato nei minimi particolari e porta in sala materiali e attrezzi tipici della cultura conviviale contadina che danno all’ambiente un’impronta essenziale e caratteristica.
Dalle ampie vetrate offre una vista panoramica sui vigneti che lo circondano e propone una cucina di carne e pesce, basata sul vincente connubio tra la gastronomia ligure e quella piemontese, col sapiente utilizzo dei prodotti tipici del territorio e le preparazioni caserecce di pasta fresca e lievitati, per portare in tavola i sapori ed i profumi caratteristici.
La scelta di valorizzare le produzioni locali si evidenzia anche nella selezione ristretta delle etichette proposte, esclusive di Tenuta Carretta e delle Langhe Roero.

News Events & Topics


News Events & Topics


Bagna caoda Days - 13-14-15 Dicembre 2019


Evento enogastronomico all'Osteria La Via del Sale i giorni 13-14-15 Dicembre 2019

Bollito Days - 20-21-22 Dicembre 2019


Il carrello del bollito!
Evento enogastronomico all'Osteria La Via del Sale i giorni 20-21-22 Dicembre 2019

Cucina tradizionale


La cucina dell'Osteria La via del Sale propone piatti della tradizione piemontese e ligure attingendo dalla vasta scelta di prodotti che queste due regioni forniscono generosamente. Specialità di terra o di mare, pasta e dolci tipici preparati come vuole la tradizione.

Osteria conviviale


Atmosfera famigliare e accogliente in un ambiente informale, per trasformare il solito pranzo in un’occasione per scambiare due chiacchiere e stare insieme, gustando le specialità del territorio.

Prodotti tipici di qualità


Il Piemonte e la Liguria sono regioni che offrono prodotti tipici importanti quali formaggi, salumi, confetture, frutta secca e tante altre specialità sapientemente lavorate e proposte dall'Osteria La via del Sale.

Vini del territorio


Anche nella scelta dei vini da offrire sono predilette le produzioni locali, infatti il ristorante propone le selezioni della Tenuta Carretta e delle Langhe Roero.

Location immersa nel verde


Il ristorante è immerso nei vigneti delle Langhe Roero, e dalle ampie vetrate si può godere di una vista magnifica sulla campagna circostante.

Services


Servizi


Feste di Compleanno


Gli ampi e luminosi spazi del ristorante sono la location perfetta per festeggiare in un ambiente informale dall'atmosfera calda ed accogliente.

Degustazioni


All'Osteria La Via del Sale si possono fare degustazioni di prodotti tipici quali salumi, formaggi con le confetture, dolci tradizionali, in una location con un'incantevole vista sui vigneti di Piobesi d'Alba.

Pranzo di lavoro


Location accogliente e informale particolarmente adatta ad un pranzo di lavoro grazie ai suoi spazi e ai suoi menu basati sulla cucina ligure e piemontese.

Parcheggio


Un comodo parcheggio è disponibile per la Clientela.


Menu


ANTIPASTI


Antipasti Misti delle Tradizioni
€18,00

PASTE E ZUPPE


Agnolotti di Carne e Verdura al Ragù
€10,00

Tagliatelle Tagliate a Mano con Sugo di Cinghiale
€14,00

Ravioli di Pesce con Frutti di Mare
€14,00

SECONDI


Guancia di Maiale Stracotta con Purea Soffice
€12,00

Trippa alla Ligure
€14,00

Capretto Arrosto con Contorni
€16,00

SALUMI E FORMAGGI


Selezione di Salumi Piemontesi e Liguri
€12,00

Selezione di Formaggi Piemontesi e Liguri con Mieli e Marmellate
4 pz €8,00 - 6 pz €12,00

DOLCI


Dal Carrello
€6,00

MENU DEGUSTAZIONE


Gli Antipasti Misti

Tagliatelle Tagliate a Mano con Sugo di Cinghiale

Capretto Arrosto con Contorni

Dolce a scelta

€ 35,00

TARTUFO BIANCO D'ALBA


Carne Cruda di Fassona Battuta al Coltello
€ 30,00

Tajarin al Burro
€ 30,00

Uovo Bio al Tegamino con Fonduta
€ 30,00

Food


La cucina propone un menu a base di carne e pesce, orientato all’utilizzo delle produzioni gastronomiche locali.
La pasta e le torte fatte in casa con metodi tradizionali e le materie prime selezionate con cura da produttori del territorio, fanno arrivare in tavola le eccellenze della cucina caratteristica delle Langhe e della tradizione ligure.

Quality


Il ristorante offre agli Ospiti il meglio delle produzioni locali. I salumi, i formaggi, le confetture, le nocciole e le preparazioni tipiche del territorio sono scelte e selezionate.
La pasta e i dolci sono preparati quotidianamente in modo artigianale secondo le tradizionali ricette tipiche del territorio.

Zoom Drink


L’Osteria La Via del Sale offre una selezione di distillati e liquori curata con attenzione e presentata con cura per offrire i più importanti marchi del settore.

Photogallery


Locale panoramico su Piobesi d’Alba e i vigneti che lo circondano, offre una vista esclusiva sul territorio. Ampio e luminoso, è arredato con materiali ed oggetti tipici della cultura contadina locale che trasmettono un’atmosfera calda ed accogliente.

Meteo

Location


All’interno della Tenuta Carretta, circondata dalle colline di Piobesi d’Alba e immersa nei vigneti tipici delle Langhe Roero l’Osteria La Via del Sale è una location conviviale e accogliente, che ospita una cucina di grande qualità, in un’atmosfera ricca di tradizione e storia proprio come il nome che porta.
Un luogo semplice e quasi fiabesco, lontano dai grandi centri abitati della provincia di Cuneo ma anche facile da raggiungere e nel quale rifugiarsi dalla quotidianità.

To Visit


Piobesi d’Alba


Piobesi d'Alba è il comune più piccolo del Roero, sia per territorio che per numero di abitanti, della provincia di Cuneo, in Piemonte.
Sorto sul punto d’incontro di due strade già documentate in epoca romana nell’alto medioevo, la pieve di S. Pietro in Vincoli fu ricostruita a fine ‘800 nelle attuali forme.
Fa parte della delimitazione geografica del Roero ed è situato sulla provinciale Alba-Carmagnola. Col tempo il paese si è esteso tanto da diventare un tutt'uno con Corneliano d'Alba. Di antica fondazione, nel Medioevo fu soggetta alla dominazione di Asti. Vi sorgeva un castello, oggi distrutto, posto sul colle vicino al paese. Quando i Saluzzo persero potere nel Piemonte centrale, Piobesi divenne feudo dei Roero per passare, con il Trattato di Lione, a Carlo Emanuele I di Savoia.
Nel 1928 il comune fu aggregato a Corneliano d'Alba, ma nel 1946 il comune venne ricostituito. Monumenti e luoghi d'interesse sono la Chiesa di San Rocco, del XVII secolo, e la Chiesa di Maria Immacolata sul Bricco di Piobesi con una vista panoramica notevole.

“La Via del Sale” - Limone-Monesi


Nel cuore delle Alpi Liguri, lungo il crinale che separa la pianura dal mare, si sviluppa uno dei tracciati della “Via del Sale”, così chiamata per il prezioso minerale, anche più dell’oro, trasportato per secoli sin dal Medioevo da mercanti e contadini piemontesi, lombardi ed emiliani.
Si percorrevano queste strade commerciali per portare le merci in Liguria a bordo dei carri, trainati da muli, buoi o cavalli e venivano trasportati vino, formaggi, patate e grano, mentre al ritorno si riportavano olio di oliva, acciughe e soprattutto il sale, prezioso per la conservazione degli alimenti. Le piste del sale hanno così costituito le grandi strade commerciali dell’antichità, in Europa come in Asia e in Africa.
Anche a Limone Piemonte il commercio di questa materia prima ha assunto grande importanza per via della posizione geografica del Piemonte, circondato per una metà dalle Alpi e senza alcuno sbocco verso il mare dall’altra. La Liguria, un tempo Repubblica di Genova, era sempre in contrasto con Casa Savoia, motivo per cui i traffici provenienti da Torino e Cuneo facevano generalmente sosta a Limone dove avveniva il cambio delle bestie da soma e da traino e dei relativi conducenti, per poi proseguire verso il Colle di Tenda, che fin dall’antichità ha rappresentato una delle poche vie di collegamento tra la pianura e il mare. Le carovane proseguivano poi in direzione di Monesi e del successivo Passo di Tanarello.
Il percorso è interamente sterrato ed è totalmente costruito a mezza costa ad una quota compresa tra i 1.800 e i 2.000 metri sul livello del mare.
La sua lunghezza complessiva è di circa 39 chilometri, sviluppandosi in parte sul versante italiano ed in parte francese, interessando infatti diverse provincie, Cuneo e Imperia in Italia e una in Francia, Departement des Alpes Maritimes.

Le colline del Barbaresco


Le colline del Barbaresco sono una componente presente sempre nel territorio delle Langhe.
I comuni di Barbaresco e Neive sono stati selezionati come esempi significativi di rappresentazione del sistema produttivo, culturale e paesaggistico del Barbaresco docg.
Il borgo di Barbaresco è un insediamento di epoca medioevale sviluppatosi in una posizione dominante rispetto al fiume Tanaro. Inserita in questo pregevole borgo si erge, con i suoi 36 m di altezza, l’imponente Torre sopravvissuta alla distruzione che ha invece interessato il castello medioevale.
Contesa per secoli dai comuni di Alba ed Asti per la sua posizione strategica, costituisce oggi uno dei più importanti riferimenti visivi di tutto il comprensorio di Langhe - Roero e Monferrato avvalendosi anche del titolo di torre medievale più grande del Piemonte.
L’area selezionata rappresenta il cuore della produzione del vino Barbaresco che assieme al vino Barolo compongono il palinsesto dei più famosi vini rossi d’invecchiamento apprezzati a livello internazionale. Così come il Barolo anche il Barbaresco viene vinificato in purezza dalle uve di Nebbiolo.
Sono presenti sul territorio 87 aziende vinicole, tra cui si ricorda la cantina sociale dei Produttori di Barbaresco, oltre a luoghi adibiti più alla distribuzione del prodotto finito come l’Enoteca regionale del Barbaresco.

Castello di Barolo


Il Castello Falletti di Barolo è situato al centro del paese, da cui è possibile ammirare un bellissimo panorama, con vedute verso la bassa Langa e alcuni tra i più prestigiosi crus di Barolo.
Nel corso degli anni il Castello Falletti è stato restaurato e nel 2010 è stato aperto al pubblico il WiMu (Wine Museum), il più innovativo museo del vino d'Italia.
Le cantine del castello ospitano inoltre l'Enoteca Regionale del Barolo.
Il WiMu consiste in un vero e proprio percorso attraverso la cultura e la tradizione vitivinicola, che consente al visitatore di avvicinarsi totalmente al mondo del vino, in modo da conoscerne la storia, apprenderne le tecniche di produzione, comprendere le caratteristiche del territorio di riferimento. In poche parole a diventare un turista del vino, un vero e proprio enonauta.
La visita è strutturata come una discesa in profondità nella cultura del vino: la suggestione di addentrarsi nei misteri e nei miti del frutto di Bacco, direttamente nel cuore del castello Falletti, seguendo il percorso che procede dal terzo piano fino ai livelli semi-interrati, un cammino a tappe per conoscere e approfondire l’universo ricco di storie che ogni bottiglia racconta.
Si parte dunque dall'ultimo piano. Una discesa fra buio e luce, fra suono e colore, sopra e sotto le zolle di questo suolo miracoloso. Il clima, la terra, i tempi delle stagioni, i colori dell'autunno e i silenzi dell'inverno, la sapienza della mano. Il vino nella storia e nell'arte, in cucina e nel cinema, nella musica e nella letteratura, nei miti universali e nelle tradizioni locali.
Il WiMu è anche un omaggio alla storia del castello e ai personaggi illustri che lo hanno abitato. Gli ultimi Marchesi di Barolo, Carlo Tancredi Falletti e la consorte Juliette Colbert, più celebre come Giulia di Barolo. Il patriota Silvio Pellico, uno dei grandi protagonisti del Risorgimento italiano, che qui fu bibliotecario e di cui è conservata intatta la camera-studio e la Biblioteca, che contiene circa tremila testi di epoca compresa tra il quindicesimo e il diciannovesimo secolo.
E dopo la narrazione e la storia il vino si può anche vivere e gustare scendendo al Tempio dell'Enoturista, negli storici ambienti di tinaggio, dove si scatena la pienezza del piacere sensoriale. Qui si incontra il Barolo e gli altri grandi vini, e si può scegliere se degustarli da soli o sotto la guida di esperti, imparando a riconoscerne profumi, aromi e personalità, fino a scoprire il legame fra il vino e il suo territorio.
L'itinerario si conclude con l'Enoteca Regionale del Barolo, nelle antiche cantine marchionali che tennero a battesimo questo vino leggendario, tra grandi etichette e annate memorabili.

To See & To Do


TOP